Mozart a Londra

Poster PDF Mozart a Londra
Clicca sull’immagine per scaricare il poster

L’Associazione Liber015 organizza in collaborazione con PalinSesto una serata di parole e musica per presentare il libro “MOZART A LONDRA”, scritto nel 2018 dal musicologo e divulgatore sestese Danilo Faravelli per l’editore BookTime (La Vita Felice).
Nella biografia di Mozart sono due le Londra di cui è legittimo parlare: quella raggiunta nella primavera del 1764 da uno speciale bambino di otto anni che, in viaggio con papà, mamma e sorella maggiore, s’era lasciato alle spalle il torpore provinciale della piccola e bigotta Salisburgo e quella vagheggiata come possibile meta professionale, a partire dal 1782, da un compositore ventiseienne il quale, in una Vienna di trecentomila abitanti, durava fatica a farsi largo con la propria incomparabilità di virtuoso, operista e maestro di cappella. Sono dunque due diversi Mozart quelli che la sua stessa vita ci autorizza a immaginare in relazione alla città-mito del secolo della liberté e della modernizzazione economica e sociale dell’Europa: prima il bambino che si dischiude al prodigio del proprio talento musicale e poi l’adulto che osa, si ritrae e tentenna di fronte alla lusinga di un’indipendenza professionale.

Statua di Mozart bambino a Londra

Questo libro nutre l’ambizione di offrirsi come discorso di continuità rievocativa tra lo stupore di un fanciullo eccezionale inghiottito dalla più grande metropoli del suo tempo e le malferme speranze di un adulto inquieto, consapevole della propria grandezza di artista, ma forse non altrettanto sicuro di sé nell’adattarsi all’idea che il successo in campo musicale avesse finito per dipendere da rituali di ascolto collettivo ben diversi da quelli per i quali, da piccolo, era stato consacrato all’Arte dei Suoni.

Accanto all’autore, siederà sul palco il professor Elvio Nozza (docente di Storia e Filosofia, già didatta musicale) che intreccerà con lui una narrazione a due voci; ad introdurre la serata sarà invece la giornalista Ottavia Eletta Molteni, presidente di Liber015.
Infine, le parole saranno punteggiate dalle note delle Sonate per flauto e pianoforte composte da Mozart all’età di otto anni, affidate all’esecuzione delle musiciste Alessandra ed Erika Ripamonti.

Oltre ad una piacevole occasione di ascolto, divulgazione ed intrattenimento questo incontro vuole offrirsi come momento di promozione per la Città di Sesto San Giovanni, una comunità che da sempre ha manifestato un’attiva propensione alla fecondità culturale, in diversi ambiti, e che anche oggi può orgogliosamente presentare i frutti di tale fervente attività.

Mozart a Londra
Martedi 5 Febbraio 2019, ore 20.45
Auditorium Banca Credito Cooperativo Milano
Via A. Gramsci, 194 – Sesto San Giovanni (Mi)
Ingresso libero

In collaborazione con

Logo Associazione Liber015
Associazione Liber015
Banca di Credito Cooperativo Milano

Danilo Faravelli (Monza, 1953) opera attivamente sui fronti dell’educazione, della divulgazione e della ricerca musicale.
Affianca da anni l’attività di docente nella scuola secondaria inferiore a quella di conferenziere, organizzando e tenendo personalmente cicli di incontri di Cultura dell’Ascolto su temi concordati con circoli e associazioni di appassionati musicofili oppure correlati alla programmazione delle stagioni concertistiche e operistiche soprattutto di Milano. Suoi contributi scientifici sono stati commissionati e presentati in occasione di convegni internazionali realizzati dall’Associazione “Mozart Italia” di Rovereto (TN). Recentemente, l’Istituto Italiano di Cultura di Stoccarda lo ha invitato a prendere la parola sul tema “L’italiano: lingua abitata e prediletta dalla musica” a beneficio di un uditorio di professori e studenti della storica Università di Tubinga.
Ha al proprio attivo numerose pubblicazioni di contenuto storico-musicale e musicologico (opere in volume, saggi su riviste di settore, articoli su periodici, booklets di CD…).
Dopo aver fatto parte per anni del Comitato Scientifico del Festival Internazionale “Wolfgang Amadeus Mozart a Rovereto” (Rovereto, TN), è musicologo di riferimento dell’Associazione Musicale “Kreisleriana” di Milano e del Festival “Estate Musicale di Piedicavallo” (Piedicavallo, BI) nonché stretto collaboratore, in ambito storico-critico, della GOG di Genova (“Giovine Orchestra Genovese”).
In aggiunta a quanto fin qui sintetizzato, è ideatore di progetti drammaturgici concepiti come rivisitazioni teatrali di fatti, figure e situazioni particolari della Storia della Musica. Per le messe in scena che da tali progetti sono sortite, si è valso della preziosa collaborazione di artisti di comprovato talento quali il regista Claudio Orlandini e gli attori Giulio Brogi, Nicola Olivieri, Milvia Marigliano e Francesca Corso.

Alessandra Ripamonti nasce a Milano nel 1987. Comincia prestissimo gli studi di flauto traverso, dapprima con il Prof. Alessandro D’Elia, in seguito con la Prof.ssa Donatella Azzarelli la quale la conduce al conseguimento del diploma presso il Conservatorio di Musica “F.A. Bonporti” di Trento – sezione di Riva del Garda nel luglio 2009.
Impegnata in diverse esperienze musicali già dall’età scolare, come ad esempio il progetto Lions per il linguaggio musicale, e richiesta nell’ambito di cerimonie ufficiali, nel 2001 viene in contatto con la realtà della Filarmonica Paganelli con la quale tutt’ora collabora regolarmente in entrambe le formazioni, FilOrchestra ed Orchestra Fiati. Presta servizio presso diverse formazioni cameristiche e bandistiche in Italia ed all’estero, partecipa a progetti d’avanguardia artistico-musicali (come ad esempio la “Musica in Vetrina” presso il MiMuMo di Monza) e duetta con la sorella accompagnando anche formazioni corali ed offrendo opera di volontariato a completamento di percorsi musicali riabilitativi rivolti a disabili mentali.
Accanto alla carriera musicale, affronta gli studi di Medicina Veterinaria, presso la cui facoltà dell’Università degli Studi di Milano si laurea con la lode nel luglio 2016 e, nel novembre dello stesso anno, consegue l’Abilitazione alla Professione e viene iscritta all’Ordine dei Medici Veterinari di Milano. Attualmente presta la propria opera in diverse cliniche veterinarie sia come medico veterinario libero professionista che come informatrice farmaceutica, senza peraltro abbandonare la divulgazione scientifica in ambito di comportamento e benessere animale relazionando in seminari, corsi e convegni sull’argomento e promuovendo la conoscenza della pratica degli IAA (Interventi Assistiti con gli Animali)

Erika Ripamonti

Erika Ripamonti nasce a Milano nel 1986, inizia gli studi musicali in tenera età presso la Civica Scuola “G. Donizetti” di Sesto San Giovanni con i Prof. Spada e Bodini Mazza, diplomandosi a pieni voti in Pianoforte presso il Conservatorio Statale di Musica “G. Cantelli” di Novara sotto la guida della Prof.ssa Paola Sammaritano, con cui prosegue in seguito il perfezionamento. Agli studi musicali affianca quelli classici e giuridici. Presente già dall’età scolare nell’ambito di diverse esperienze musicali (selezionata per il progetto “G. d’Arezzo – il linguaggio musicale, nonché per le “Serate Musicali” di Cinisello Balsamo), partecipa con successo a 3 edizioni del Concorso Nazionale per strumentisti “Città di Sesto San Giovanni”. Segue un’intensa attività concertistica che la porta ad esibirsi come solista, ma anche con formazioni cameristiche ed orchestrali in numerose piazze e teatri italiani ed europei (Milano, Monza, Torino, Cuneo, Como, Varese, Brescia, Rovereto, Balerna, Barcellona, Varsavia, Amsterdam, L’Aia) per diverse ed importanti società musicali (laVerdi, I Giovedì Musicali, Lions Club, Rotary, I Martedí di Giuliana ed altre). Collabora stabilmente con alcune realtà musicali presenti sul territorio, tra cui il Corpo Musicale Arsago Seprio (VA), il Corpo Musicale “Pierluigi da Palestrina” (MB), la Corale Lirica “A. Ponchielli” di Sesto San Giovanni e, già dal 2001, la “Filarmonica Paganelli” di Cinisello Balsamo. Accompagna ensemble strumentali e vocali e conduce felici esperienze di teatro-musica. All’attività di concertista dal 2003 affianca quella didattica. Attualmente è docente di Pianoforte principale presso la Civica Scuola di Musica “G. Donizetti” di Sesto San Giovanni e presso la Civica Scuola di Musica “F. de Andrè” di Bresso; insegna Pianoforte e Teoria presso la scuola di musica “Paganelli” di Cinisello Balsamo; dal 2009 coordina il progetto “Musica Insieme” presso la Scuola Media Statale “G. Forlanini” di Sesto San Giovanni. Nel 2015 è tra i fondatori dell’associazione culturale PalinSesto, di cui è oggi presidente.

1 commento su “Mozart a Londra

  • Credo aver trovato Erika x… Come dire… casualità, credo aver trovato qualcosa di prezioso e come tutto ciò che è prezioso è inevitabile volerselo tenere tutto x sé e ben stretto.
    Ciao Erika. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.