La donna nella creazione musicale

La donna nella creazione artistica Poster

Clicca per scaricare il poster

Viaggio dall’Ottocento ai giorni nostri nel mondo della musica al femminile

Nell’ambito delle celebrazioni e iniziative dell’Assessorato alla Cultura del comune di Sesto San Giovanni per la giornata Internazionale della Donna, l’associazione culturale PalinSesto propone alla città un altro volto, in genere poco esplorato, del pensiero e dell’espressione femminile, ossia la musica come attività creativa e performativa.

La visibilità della donna nel secolo passato ha cominciato a squarciare il velo del patriarcato e di certe convenzioni sociali partendo dalle rivendicazioni dei diritti civili e politici. Poi è arrivata l’emancipazione sessuale, l’accesso massivo agli studi e alla parità culturale e intellettuale assieme ad un progressivo rimodellamento dei ruoli sociali nella coppia e nella famiglia. Tutte conquiste di importanza cruciale che oggi ci permettono anche di gettare luce sul rapporto della donna con la musica.

Un giorno, tante vite

Clicca per scaricare il pieghevole

Se almeno in occidente e perlomeno dal Settecento in poi l’educazione musicale delle giovani donne della borghesia è stata in parte funzionale al mantenimento della donna all’interno del cliché consolidato di una certa immagine femminile “addomesticata” e “aggraziata” ma sostanzialmente “minorenne”, ossia posta sotto la tutela di altri, non sono mancate espressioni autonome e originali di creatività compositiva e abilità esecutiva di prim’ordine. Ormai sono note le figure di musiciste e autrici già del periodo barocco, una fra tutte Barbara Strozzi, ma se ne possono trovare anche nel Medioevo: si pensi a Ildegarda di Bingen, per esempio. Tuttavia, le si è sempre lette come eccezioni alla regola generale per cui i compositori – e tutt’oggi è ancora in larga misura così – sono soprattutto uomini.

Paola Sammaritano e Maria Teresa Mendicini, insegnanti storiche della civica scuola di musica Gaetano Donizetti nella nostra città e interpreti della serata con il loro Garbage Piano-Duet, nato da un sodalizio e da un’amicizia ormai più che decennale, offriranno la propria competenza in ambito non solo pianistico ma anche musicologico, restituendo “voce” al genio creativo di compositrici dell’età romantica e contemporanea.

La forza del repertorio di Paola e Maria Teresa consiste nell’aver scelto donne autrici, donne interpreti che riarrangiano opere già famose scritte da uomini e nell’aver prodotto esse stesse un ripensamento di compositrici e compositori alla luce della propria sensibilità di pianiste e di donne.

PalinSesto ringrazia di tutto cuore l’ospitalità della direttrice della civica scuola Gaetano Donizetti, Bettina Ruben, la cui collaborazione è stata preziosa per la realizzazione dell’evento che si svolgerà – non a caso – nell’Auditorium intitolato ad un’altra professionista, donna e musicista di successo nel panorama della recente storia culturale e pianistica del nostro paese e della città di Sesto, Lina Bodini Mazza.

Non mancate dunque all’appuntamento!

Vi aspettiamo Giovedì 9 Marzo 2017, ore 20.45 presso l’Auditorium “L. Bodini Mazza”
Civica Scuola di Musica Donizetti

Intero € 7,00
Ridotto € 5,00 (under 26, over 65)
Under 14 Ingresso Gratuito

Link all’evento su Facebook

 

Galleria Fotografica

 

Garbage Piano-Duet – Il Duo pianistico Sammaritano-Mendicini si forma quasi per gioco circa 15 anni fa, dopo una lunga amicizia. Ha tenuto e tiene numerosi concerti in tutta Italia, proponendo diverse tipologie di programma che spaziano dal repertorio classico e romantico a quello contemporaneo passando per l’impressionismo francese, riscuotendo sempre successo di pubblico e favore di critica.

Paola Sammaritano, pianista torinese, si avvicina allo studio del pianoforte all’età di sette anni. Tre anni più tardi inizia la sua formazione professionale sotto la prestigiosa guida di Maria Golia e, nel 1984, si diploma a pieni voti presso il conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano.
Fin da piccola inizia un’intensa attività concorsistica che la porta a vincere dieci primi premi nazionali, due secondi premi e due terzi premi internazionali e ad ottenere numerosi piazzamenti in altrettante importanti competizioni.
La trentennale carriera concertistica la vede protagonista soprattutto come solista ma anche in duo a quattro mani, due pianoforti e con diversi strumentisti, nella musica da camera e in orchestra per diverse società italiane ed estere. Ha frequentato svariati Masters tenuti da importanti Maestri italiani e stranieri; dal 1992 al 1996 ha frequentato l’accademia di alto perfezionamento pianistico “Romano Romanini”di Brescia. Numerose sono le registrazioni per la Rai, per la radio svizzera e per emittenti radio-televisive di molte regioni italiane.
Dal 1993 al 1996 è stata direttore artistico del concorso pianistico “S. Colombano” di Bobbio (PC) e ha fatto parte della commissione in vari concorsi nazionali. È ideatrice e realizzatrice del progetto “Giochiamo con le note” per le scuole elementari da lei stessa svolto in diversi plessi scolastici statali. Dal 1981 ha svolto attività didattica in varie scuole e/o licei musicali.
Rispettivamente dal 1985 e dal 1987 è docente presso le Civiche Scuole di Musica di Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo.

Maria Teresa Mendicini, pianista sestese, inizia gli studi musicali e si diploma in giovane età in pianoforte sotto la guida del Maestro F. Vailati Venturi e, successivamente, in composizione con il Maestro A. Belisario presso il conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano. In seguito frequenta svariati Masters e Stages con altrettanti importanti Maestri. Parallelalmente segue il corso di Musicologia presso il conservatorio di Milano.
Ha tenuto concerti in numerose città italiane come solista e in formazioni cameristiche. Nel 1994, invitata negli USA, ha composto e inciso musiche teatrali e di scena per il Waukegan Theatre di Chicago, e ha tenuto un ciclo di concerti e conferenze presso l’Università di Riverforest (Illinois).
È autrice di libri e articoli per molte riviste musicali. Rispettivamente dal 1985 e dal 1987 svolge attività didattica presso le Civiche Scuole di Musica di Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni. Ha, inoltre, insegnato pianoforte
e armonia presso la Civica Scuola di Musica di Cernusco sul Naviglio.