Claude Debussy – la musica da camera

Les Sarabandistes 15 febbraio 2019 Poster
Clicca sull’immagine per scaricare il poster

Primo appuntamento della rassegna musicale “Les Sarabandistes” per l’anno 2019, affidato al trio composto dal violinista Giambattista Pianezzola, dal violoncellista Graziano Beluffi e dal pianista Andrea Perugini, che intavoleranno una piacevole serata dedicata alla produzione cameristica di Claude Debussy.

Tra gli elementi del linguaggio debussiano che maggiormente hanno attratto il trio verso questo repertorio si annovera l’originalità con cui il compositore si richiama alla tradizione: non quella classica e mitteleuropea, ma quella della musica settecentesca, dove Debussy poteva trovare una radice propriamente francese, in particolare in Couperin e Rameau. Non a caso il frontespizio della partitura delle Sonate recita ‘composte da Claude Debussy, Musicista Francese’.

Claude Debussy

Una alternativa al wagnerismo dilagante, alle sue tetralogie roboanti e alle sue simbologie motiviche, un ritorno cioè ad una musica in piccolo, cameristica per l’appunto, e perciò più pura, meno contaminata da logiche teatrali o filosofiche, ma totalmente dedicata alla fantasia caleidoscopica, all’esotismo e alla raffinatezza, all’astrazione e all’immaginazione sonora essenziale.

Oltre alle due splendide Sonate – la N. 1 in Re minore per violoncello e pianoforte e la N. 3 in Sol minore per violino e pianoforte – verrà eseguito il celebre Trio in Sol maggiore L 5: sarà un’occasione unica e suggestiva per effettuare un’ultima “incursione sognante” nel fantastico mondo creativo di CLAUDE DEBUSSY, cui PalinSesto ha recentemente dedicato una retrospettiva, in occasione dei cent’anni dalla sua scomparsa.
Vi aspettiamo!

PalinSesto ringrazia l’Amministrazione Comunale, che patrocina la rassegna, e gli amici che ne sostengono le iniziative culturali, e vi dà appuntamento in Piazza Oldrini, 120 a Sesto San Giovanni per la serata di venerdì 15 febbraio. Non mancate!


CLAUDE DEBUSSY – la musica da camera
Venerdi 15 Febbraio 2019, ore 20.45

Auditorium “L. Bodini Mazza”
Civica Scuola di Musica G. Donizetti
Piazza Oldrini, 120 – Sesto San Giovanni MI

Intero € 7,00
Ridotto € 5,00 (under 26, over 65, +TECA)
Under 14 Ingresso Gratuito

Link all’evento su Facebook

Giambattista Pianezzola – Violino
Graziano Beluffi – Violoncello
Andrea Perugini – Pianoforte

Programma

Claude Debussy

  • Sonata n. 1 in re minore per violoncello e pianoforte, L 144
    Prologue – Lent. Sostenuto e molto risoluto
    Sérénade – Modérément animé
    Finale – Aminé. Léger et nerveux
  • Sonata n. 3 in sol minore per violino e pianoforte, L 148
    Allegro vivo
    Intermède – Fantasque et léger (sol maggiore)
    Finale – Très animé (sol Maggiore)
  • Trio in sol maggiore per violino, violoncello e pianoforte, L 5
    Allegro vivo
    Intermède – Fantasque et léger (sol maggiore)
    Finale – Très animé (sol Maggiore)

Gianbattista Pianezzola
Gianbattista Pianezzola

Giambattista Pianezzola, violinista e violista, si è diplomato in violino presso il Conservatorio “G.Verdi” di Torino sotto la guida di Osvaldo Scilla. Ha frequentato corsi pluriennali di perfezionamento di violino tenuti da Sandor Vegh e Stojan Kaltchev e musica da camera con Franco Rossi e Pier Narciso Masi. Durante il corso degli studi, ha vinto nel 1978 il primo premio al Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale di Pescara ed ha iniziato la propria attività concertistica nell’ambito del complesso da camera “Nova Musicorum Arcadia”, tenendo più’ di cento concerti in varie città’ italiane, spesso in veste solistica. Nel 1984 ha vinto il concorso per il posto di “Concertino dei secondi violini” presso i Pomeriggi Musicali di Milano e fino al 1986 è stato primo dei secondi violini nel “Complesso d’archi” dello stesso Ente. Ha fatto parte  dell’ensemble “Concerto” di Milano e della omonima  Orchestra da Camera diretti da Roberto Gini. Dal 1988 al 2000 è stato prima parte dell’ “Orchestra Stabile di Bergamo Gaetano Donizetti”, dal 1991 fa parte dell’orchestra da camera “Il Quartettone” diretto da Carlo De Martini; attualmente collabora con l’ Orchestra Sinfonica “Carlo Coccia” di Novara. Parallelamente all’attività orchestrale, ha sempre coltivato quella cameristica: dal 1991 al 1994 è stato primo violino del Quartetto “Modì“ e dal 1995 è primo violino del quartetto “Erasmus”. Ha effettuato registrazioni per  Radio France, Radio Svizzera Italiana Rete 2 e  RAI, ed incisioni discografiche per Amadeus-Paragon, Bongiovanni, Tactus, Nuova Era, Stradivarius, MAP , LC “Centaurus”, effettuando per quest’ultima anche produzioni in veste di direttore artistico. Nel corso della sua carriera ha suonato per associazioni concertistiche quali Serate Musicali, Società’ dei Concerti, Unione Musicale di Torino, Teatro Ponchielli, Teatro Chiabrera, Festival di Aix-le-Bains ecc. Utilizza un violino di Vincenzo Postiglione (Napoli 1891) ed un arco di Eugène Sartory (Parigi 1902). E’ docente di ruolo di violino presso il Liceo Classico e Musicale Statale “B. Zucchi” di Monza.

Graziano Beluffi
Graziano Beluffi

Graziano Beluffi si è diplomato presso il Conservatorio di Cagliari, studiando con i maestri A. Ranzato, R. Dionisi, R. Degrada C. Ferraresi e Franco Maggio Ormezowsky. Si è perfezionato all’Accademia Musicale Chigiana di Siena con Andrè Navarra, Riccardo Brengola e con Piero Farulli, ottenendo il Diploma di Merito. Si è perfezionato anche con Rocco Filippini presso Corsi tenuti in Italia. E’ stato vincitore in Concorsi Nazionali e Internazionali, quali: “Youth Orchestras Foundation”, Londra – “Premio Sergio Lorenzi”, Accademia Chigiana, Siena 1977 – “Concorso Auditorium R.A.I.”, Torino 1978 -“Concorso Giovani Concertisti”, Roma 1978 – “Premio Francesco Cilea” Palmi 1978 – “Premio Manta”, Cuneo 1980 – “Concorso Pomeriggi Musicali per 1° vcl.”, Milano 1990. E’ docente di ruolo di violoncello al Conservatorio “G. Verdi” di Milano. L’attività concertistica è tuttora molto intensa in Italia, e all’estero sia come solista, sia in formazioni cameristiche. Ha collaborato con J. Demus, A. Diaz, Carlo Levi Minzi, M. Ancillotti, G. Wiss. Svolge attività all’Istituto Musicale “G. Rusconi” di Rho. E’ Socio Fondatore e componente del “Rondò – Clarinet – Trio” dal 1983 e del “Quartetto di Milano” dal 1985. Per diversi anni è stato violoncellista del “Quartetto Amati”. Prevalentemente con queste formazioni ha inciso sette Compact – Disc per importanti Case Editrici Italiane e Straniere. Sono state pubblicate varie sue revisioni di brani cameristici per il proprio strumento ed ha eseguito numerose prime esecuzioni di composizioni spesso a lui dedicate. Dal 1999 è Fiduciario per gli Strumenti Storici ad Arco del Conservatorio “G. Verdi” di Milano. Dirige il Coro “Eco della Valle” di Carmiano di Vigolzone (Pc).

Andrea Perugini
Andrea Perugini

Andrea Perugini si è diplomato in pianoforte e in organo e composizione organistica presso il Conservatorio “G. Donizetti” di Bergamo, studiando con Carla Torta Jacobi, Luigi Toja e Bruno Bettinelli. Ha seguito corsi di perfezionamento con vari maestri (L. Molfino, P. Guarino, A. Specchi). È stato pianista collaboratore della scuola di canto lirico e cameristico di Floriana Cavalli. Ha vinto la Borsa di studio «Macoggi» al corso di perfezionamento pianistico di Varenna – GMI. Svolge attività concertistica al pianoforte e all’organo come solista e in diverse formazioni, collaborando con strumentisti, cantanti e direttori di chiara fama. Ha diretto la Cappella Musicale «A. Giordani» di Arese, la «Corale Monzese», e dirige stabilmente la Cappella Musicale «Pueri Cantores» di Rho e il Coro «Verdi» di Sesto San Giovanni. È regolarmente invitato a partecipare a rassegne e a festival di rilievo. È ideatore e direttore artistico del Festival Organistico Internazionale «L. Toja» di Rho. Stabilmente è nominato membro della giuria del Concorso Pianistico Internazionale «B. Bettinelli» di Treviglio e del Concorso internazionale di esecuzione di Bellagio (festival Bellagio e Lago di Como). Vincitore di vari concorsi è docente di ruolo di pianoforte presso il Liceo Musicale Statale «C. Tenca» di Milano e, dal 1986, è docente di pianoforte e organo presso l’Istituto Musicale «Rusconi» di Rho di cui, designato da Emilia Toja, ha anche condotto la direzione dal 2001 al 2012; alla sua scuola si sono formati numerosi allievi che hanno compiuto gli studi pianistici e organistici conseguendo il diploma presso i Conservatori statali. Una sua composizione per organo è stata edita da Carrara di Bergamo. In duo con Gabriele Gallotta ha registrato per Auditoriarercords i progetti “Böhm and his flute” e “L’Ottocento francese per flauto e pianoforte”. Ha inciso con Giambattista Pianezzola, per Naxos, brani di Bruno Bettinelli per violino e pianoforte e viola e pianoforte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.